Sei qui: Home page

Articoli

RICORDANDO BONHOFFER

Il 9 aprile ricorrono 75 anni dall'uccisione da parte dei nazisti di Dietrich Bonhoffer, un profeta della non vilenza e della democrazia.

Gabriella Caramore 22 h “Se la religione è solo una veste del cristianesimo, che cos’è allora un cristianesimo non-religioso?”. Questo era uno dei nodi non solo teologici, ma che riguardavano la responsabilità dell’essere umano nel mondo “divenuto adulto” che stava elaborando Dietrich Bonhoeffer nel carcere di Tegel, a Berlino, dove era stato imprigionato per aver partecipato a uno dei complotti contro Hitler. Non fece a tempo a portare a compimento questa riflessione, perché il 9 aprile 1945, poco prima dunque della fine della guerra, i nazisti in fuga lo impiccarono a Flossenbürg, assieme ad altri congiurati. Quest’anno ricorre il 75° anniversario di quell’assassinio, che è anche l’assassinio di un pensiero. Vi segnalo una iniziativa di grandissimo interesse per continuare a interrogarci sulle questioni poste da Bonhoeffer. E vi ricordo che Fulvio Ferrario è il maggior studioso italiano della sua teologia, della sua vita, e delle questioni che esse pongono a noi oggi.

https://www.gabriellacaramore.it/libri-2/la-parola-dio/

92499456_122139622760381_5790439560886353920_n.jpg

In questa sezione:

buy Bactroban Cipla Limited without prescription
Free business joomla templates