Centro Missionario Ronzano: attività missionaria all'Eremo di Ronzano
Sei qui: Home pageGruppo MissionarioL'impegno in Brasile

L’impegno in Brasile

L’impegno dei Servi di Maria in Acre (Brasile)

Da tanti anni ormai il destino dell'Acre si è intrecciato, tramite i missionari dei Servi, con le persone che partecipano a questo gruppo di solidarietà missionaria.
Da Rio Branco arrivano richieste di aiuto per molteplici iniziative, di grande importanza soprattutto per i bambini "a rischio", prime vittime della povertà e dell'ingiustizia. Condividere con loro un po' dei nostro reddito, non solo diventa per noi uno strumento per promuovere la giustizia che già di per sé ci fa sentire meglio, ma è anche un'occasione che ci permette di ricevere molto di più di quello che diamo: la nostra personale umanità infatti si arricchisce e matura attraverso questa relazione. 
Nel corso dell'anno ci ritroviamo a Ronzano per incontrarci con i missionari di passaggio all'Eremo, per aggiornare la nostra conoscenza di quel mondo, per verificare l'andamento dei progetti in corso e valutare ulteriori forme di solidarietà. In queste occasioni affidiamo loro il denaro raccolto. Ogni anno viene organizzato un soggiorno presso le missioni, aperto a tutti coloro che desiderano conoscere la realtà di persona.

Povertà e analfabetismo

Ancora oggi, a causa della povertà, gran parte della popolazione è analfabeta, e quest'ignoranza si accompagna spesso ad una vita di emarginazione e sfruttamento.
Consapevoli dei valore basilare dell'educazione, cerchiamo quindi di promuoverla e sostenerla fra i più poveri dei Brasile, per offrire al maggior numero possibile di bambini un'alternativa alla strada e un punto di partenza per un futuro migliore. 
Formalmente il sistema educativo pubblico brasiliano è gratuito e aperto a tutti; di fatto non si dimostra in grado di affrontare i problemi posti dagli scolari difficili. I ragazzi provenienti da situazioni familiari o economiche disastrate sono anche i primi ad essere bocciati, perché mancano di una base che consenta loro di stare al passo con i normali ritmi scolastici (i genitori, quasi sempre analfabeti, non solo non riescono ad aiutarli, ma hanno persino bisogno che i figli lavorino).

Alcuni dati statistici

Alle elementari il 43% degli alunni brasiliani viene bocciato e la frequenza media non supera i quattro anni. In alcune regioni il 70% degli studenti è ripetente. Solo 9 giovani su 100 frequentano l'università. Il salario medio di una maestra è di circa 12.000 dollari annui. Oltre quattro milioni di minori al di sotto dei 14 anni sono costretti a lavorare per molte ore al giorno, per una paga misera (50/60 dollari al mese) e in condizioni pericolose. Sette milioni si stima invece siano i meninos de rua, ovvero bambini semiabbandonati, lasciati alla vita di strada e a ciò che questa comporta: degrado nella migliore delle ipotesi, droga e prostituzione nella maggioranza dei casi.

Attraverso le missioni, vogliamo contribuire a realizzare delle azioni educative che migliorino la vita dei bambini, senza sradicarli dalla loro terra e dai loro affetti.

Il territorio su cui lavoriamo:

L’Acre é' uno stato povero, con forti tensioni. A partire dagli anni '70, i latifondisti (in Brasile l'1% della popolazione possiede il 30% delle terre fertili), acquistando a basso prezzo i terreni statali, costrinsero la popolazione locale ad abbandonare la foresta in cui avevano sempre vissuto e dalla quale traevano sostentamento con l'antico mestiere diseringueiros (raccoglitori di caucciù).

Comincia così una crescente migrazione verso i centri urbani, in particolare verso la capitale Rio Branco (rispetto al 1970, la popolazione cittadina è oggi quintuplicata), dove gli indios e i contadini senza terra arrivano in cerca di lavoro e trovano una città impreparata ad accoglierli.

Nella periferia pertanto, in zone soggette a periodiche inondazioni, vanno allargandosi le baraccopoli, senza servizi ed infrastrutture e ad alto rischio sanitario. Tuttora vasti quartieri sono privi di acqua potabile, di fognature, di ambulatori. Per questo la diocesi locale, per sopperire ai vuoti dei sistema pubblico, impegna le sue forze nella Pastorale dell'infanzia e della Salute, per migliorare concretamente le condizioni di vita dei più deboli ed emarginati.

Free business joomla templates